730 precompilato e trasmissione telematica dei dati di spesa sanitaria al sistema Ts

Se eravate sul punto di strappare il vostro tesserino di iscrizione all’ordine dei medici per seguire il consiglio di chi da tempo vi suggeriva di cambiare professione, non lo fate! Vi mostreremo che in realtà è molto più semplice di quanto non sembri.

Intanto, di cosa stiamo parlando?

Si tratta dell’applicazione della nuova legge (D.M. 31/07/15) sulla precompilazione della dichiarazione dei redditi del cittadino italiano.

Lo scopo è ridurre al minimo l’evasione fiscale e semplificare l’iter burocratico del singolo cittadino che avrà la possibilità di ottenere il proprio 730 già precompilato relativamente alle voci che riguardano le spese sanitarie detraibili.

A tale scopo, il medico dovrà inviare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle prestazioni erogate al paziente.

 

Scadenze:

“I dati vanno inviati entro e non oltre il mese di gennaio dell’anno successivo a quello della spesa effettuata dall’ assistito”

I medici hanno tempo fino al 9 Febbraio 2016 per inviare attraverso il Portale Tessera Sanitaria (vedi tutorial) i dati relativi alle prestazioni erogate nell’anno 2015 . Per le fatture rilasciate nel 2016 si avrà tempo fino al 31 gennaio del 2017.

 

E se il paziente si oppone alla trasmissione dei propri dati sanitari?

Ebbene sì, il paziente può anche opporsi, ma:

  • per le fatture del 2015 il medico è comunque tenuto ad inviare i dati senza interpellare il paziente, che dal 31 Gennaio al 9 Marzo 2016 avrà la possibilità di “spuntare” le voci che non desidera che compaiano sul proprio 730, con le seguenti modalità: direttamente all’Agenzia fino al 31 gennaio 2016 e dal 10 febbraio al 9 marzo 2016 accedendo direttamente all’area autenticata del sito web del Sistema Tessera Sanitaria
  • per le fatture dal 2016 in poi il medico può non inviare i suddetti dati, ma deve comunque indicare nella fattura che il paziente si è opposto all’invio dei dati attraverso il sistema TS

 

 Quali sono le prestazioni mediche oggetto di questa legge?
L’obbligo riguarda i dati delle fatture rilevanti per la detrazione delle spese mediche del paziente

Non rientrano  quindi le fatture emesse al titolare al termine di una sostituzione e gli stipendi provenienti dalla ASL, a.k.a. i compensi per emolumenti.

Per dubbi su quali prestazione inviare e quali no considerate che non sono previste sanzioni in seguito ad invio di fatture che non avremmo dovuto inviare, quindi, come consigliato nelle FAQ della FNOMCeO:

“….nel dubbio, è meglio mandare una fattura in più che saltarne una che invece avrebbe dovuto essere trasmessa”

Quindi sono compresi tutti i tipi certificati, a prescindere dal fatto che siano o meno IVA esenti.

Di fatto, per un medico di medicina generale, si tratta di una piccola seccatura in più, ma pensiamo agli specialisti, che emettono una fattura per ogni paziente che vedono…


Si, ma di fatto, cosa si deve fare?

  • se abbiamo già le credenziali di accesso al Sistema TS, ovvero quelle che utilizziamo per inviare i certificati di malattia per via telematica, siamo già abilitati alla compilazione del 730 e possiamo seguire la procedura che si vede sul seguente tutorial

 

  • se non possediamo le credenziali, le possiamo ottenere seguendo le indicazioni fornite al seguente link

Tutta questa procedura può essere naturalmente delegata al proprio commercialista, ma vista la relativa semplicità dell’iter:

                                keep calm and watch the tutorial!

Infine, notizia dell’ultima ora: almeno fino alla fine del 2016 non è più prevista una pena pecuniaria per il medico che commette un errore nella procedura di invio dei dati. Un vero sospiro di sollievo per noi che queste cose le mastichiamo, ma non le digeriamo…

 

Fonti:

 

Frablog
L’autore del tutorial
Francesco Magnante è un (quasi non più, ma ancora per un pò) giovane medico di medicina generale… in attesa
Per il suo stile stringato, ma intenso, viene detto dai suoi collaboratori “bugiardino”.

49 pensieri su “730 precompilato e trasmissione telematica dei dati di spesa sanitaria al sistema Ts

  1. Ma per raccogliere il consenso al trattamento dei dati del paziente a cui stiamo erogando la prestazione a pagamento di cui si dovranno quindi inviare i dati per via telematica? C’è un modulo precompilato? E quanto tempo va conservato?

    Mi piace

    1. Ciao Alessandro, sulla guida dell’ordine dei medici di Firenze è riportato questo: ” ….relativamente alle fatture del 2015 il medico è tenuto ad inviarle senza interpellare il paziente…a partire dal 1° gennaio 2016, il medico emetterà la fattura annotandoci sopra che il cliente ha manifestato opposizione alla comunicazione dei suoi dati al Sistema Tessera Sanitaria”. Sembra quindi che vada raccolto solo il dissenso, e che basti scrivere sulla fattura cartacea che il paziente non ha accettato l’invio.

      Mi piace

    2. Alessandro, ho trovato la dicitura che l’andi ( associazione nazionale dentisti italiani) ha predisposto per segnalare sulle fatture l’opposizione all’invio dei dati.
      Eccola:”FATTURA NON TRASMESSA AL SISTEMA TESSERA SANITARIA AI FINI DELLA PREDISPOSIZIONE DEL 730 PRECOMPILATO, PER OPPOSIZIONE DELL’ASSISTITO AI SENSI DELL’ART. 3 D.M. 31/07/2015 E DELL’ART. 7 D.LGS. N.196/2003 E SS.MM.II. ”
      Mi sembra fatta bene.

      Mi piace

  2. Buonasera Francesco,
    ma con questa procedura il medico stesso può provvedere all’invio telematico direttamente dal sistema TS o deve per forza delegare l’intermediario ?
    Altra domanda, il discorso che si ha 48h di tempo per inviare i relativi dati per via telematica è valido oppure si può fare anche un invio telematico annuale di tutte le fatture ?

    Grazie

    Mi piace

    1. Buonasera, nel video sono illustrate entrambe le procedure: sia quella per delegare l’invio dei dati al proprio commercialista, sia quella per inviare i dati per conto proprio. In quest’ultimo caso non bisognerà quindi delegare il commercialista.
      Per quando riguarda le fatture del 2016, attendiamo di avere informazioni più precise sulla data limite per l’invio dei dati. Abbiamo tolto dal post il discorso del termine di 48 ore per inviare i dati, perché non abbiamo trovato conferma nei siti istituzionali. Crediamo che la cosa più probabile sarà l’invio dei dati del 2016 entro il 31 gennaio 2017. Aggiorneremo il post quando avremo info più precise.

      Mi piace

      1. Rileggendo il testo del ministero dell’ Economia e delle Finanze, è espressamente indicato che il termine per l’invio dei dati delle fatture è il 31 gennaio dell’anno successivo a quello in cui è stata emessa la fattura. Quindi per le fatture emesse nel 2016 si potrà aspettare fino a gennaio 2017.
        incollo il link al documento
        http://urly.it/21alb
        (paragrafo 4.6 dell’allegato A)
        grazie della segnalazione

        Mi piace

  3. Scusami,
    nel caso di un medico che emette ricevute a persona fisica con la dicitura “certificato per invalidità civile” sulla quale poi il medico applica l’iva al 22% vanno spedite in via telematica ?
    Perché a mio avviso non essendo deducibile dalle tasse a regola no.

    Mi piace

    1. Come riportato in più guide, compresa quella redatta dalla commissione Fisco della Fimmg, il consiglio è quello di inviare tutti i certificati senza fare distinzione tra detraibili e non detraibili. In fondo: siamo medici…….o ragionieri?! 🙂

      Mi piace

  4. Se ho ben capito anche i certificati x patenti, attività sportiva, invalidità ecc… vanno inseriti in SR e non in AA come mi avevano invece consigliato. Non mi è chiaro se devo inserire gli importi al netto o comprensivi di IVA o marca da bollo da 2 euro.

    Mi piace

    1. Si, i certificati vanno inseriti in SR. E’ scritto nella legenda che compare nella pagina di inserimento spese sanitarie del sistema ts.
      Per quanto riguarda la seconda domanda, in “importo” va inserito l’importo totale della fattura.

      Mi piace

  5. Ciao! Quest’estate ho svolto servizio di guardia medica turistica, ovvero ho fatto tantissime fatture di piccolo valore… ora mi ritrovo a doverle inserire tutte nel sistema e mi sono accorta che in alcune di queste avevo dimenticato di scrivere il codice fiscale del paziente, mettendo invece nome cognome e indirizzo di residenza. Come posso fare per risolvere questo problema? Vi ringrazio

    Mi piace

    1. Ciao! se i pazienti erano cittadini italiani, allora devi necessariamente inserire il loro codice fiscale. L’inserimento di un codice fiscale non valido, o il mancato inserimento del cf non permette l’invio dei dati all’Agenzia delle Entrate. Non so dirti come recuperare il codice fiscale di persone che non hai modo di ricontattare. Se invece erano cittadini stranieri residenti all’estero allora il problema è, a mio avviso, di poco conto.

      Mi piace

  6. Salve, sono um medico specialista in medicina del lavoro, mi potresti sciogliere il dubbio se la trasmissione telematica vale anche per la nostra categoria? Ti ringrazio anticipatamente nell’attesa di una tua cortese risposta

    Mi piace

    1. Salve. Dipende dal tipo di prestazioni che effettui. L’obbligo riguarda le fatture rilevanti per la detrazione delle spese mediche del paziente. Quindi se fai consulenze a privati, certificazioni, o qualunque prestazione per la quale il paziente possa richiederne la detrazione, allora devi inviare i dati all’Agenzia delle Entrate. Spero di aver chiarito i tuoi dubbi.

      Mi piace

  7. Salve, io ho effettuato nel 2015 sostituzioni a medici di medicina generale e anche un trasporto in ambulanza per conto di un Onlus che si occupa dintrasporto pazienti. In entrambi i casi ho fatto fattura. Devo inviarli entrambi? Nel caso della onlus io ho il codice fiscale di questa societa’ che e’ composto solo da numeri. Come mi devo comportare?

    Mi piace

    1. Salve, le fatture delle sostituzioni ai medici di medicina generale non vanno inviate. Sono quasi certo che non vada inviata nemmeno la fattura rilasciata alla Onlus, però per avere una risposta certa dovresti sentire un commercialista.

      Mi piace

  8. LE SOLITE COSE ALL’ITALIANA….come il collega specialista in medicina del lavoro, io, medico legale, ho le stesse perplessità. Non faccio diagnosi, non somministro farmaci, redigo relazioni di parte quindi consulenze. Ho chiamato l’Ordine che mi dice di chiamare l’800030070, il quale rispetto al quesito mi rimanda all’agenzia delle entrate; chiamo l’agenzia delle entrete che mi rimanda al sistemaTS oppure al mio commercialista. Chi mi dà una mano eventualmente con delle certezze normative?

    Mi piace

    1. Al seguente link http://urly.it/21b3f potrai trovare il testo del Ministero dell’ Economia e delle Finanze.
      Il tuo quesito è chiarito al punto 2.3 dell’allegato A. Vengono elencate le prestazioni per le quali è previsto l’invio dei dati. Come potrai verificare, le visite mediche specialistiche, e quindi le consulenze , rientrano tra le prestazioni per le quali è richiesto l’invio dei dati. Spero di averti fornito il riferimento normativo che chiedevi.

      Mi piace

  9. grazie per le risposte utilissime ma vorrei sapere circa le ricevute emesse a Paziente con Fondo Sanitario/assicurazione. Leggo: per la Fattura intestata al paziente e pagata dall’assicurazione direttamente al Medico si conferma la trasmissione con cod fiscale del Paziente a cui è intestata ok ma
    il Fondo /assicurazione paga il Medico 60/90 gg che data si inserisce? Non parliamone per quelle fatture miste dove appare un importo saldaato subito dal Paziente ed il restante dal Fondo…quindi due date di incasso. grazie

    Mi piace

    1. Ciao, sul sito dell’ Associazione Nazionale Dentisti Italiani sono riportate le FAQ relative alla trasmissione dei dati sanitari. Affrontano anche la questione dei pagamenti parziali o totali da parte di un fondo assicurativo http://urly.it/21bn9 .
      Come potrai constatare tu stessa, la data inserire, sia che si tratti di pagamento parziale, che di pagamento totale , è quella del saldo .

      Mi piace

  10. CIao Francesco,
    stavo registrando una cliente sul sito, alla sezione Accreditamento.
    Inserisco tutti i dati richiesti ma quando confermo mi dice:
    “L’anagrafica del codice fiscale inserito non è presente sulla banca dati”

    Cioè ? che devo fare ?
    La cliente è una professionista e fa la Psicologa.

    Grazie

    Mi piace

  11. Ciao , ecco la lista dei soggetti per i quali è previsto l’invio dei dati:

    1. farmacie pubbliche e private;
    2. aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, i policlinici universitari, i presidi di specialistica ambulatoriale, le strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari;
    3. i medici iscritti all’albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

    Mi piace

  12. Ciao Francesco, da circa una settimana , dopo avere inviato 37 ricevute, mi si blocca l’invio delle successive. Sono ferma con le quattro frecce, non riesco ad inserire ne’ la trentottesima, ne’ le altre. Me ne manca 9 per finire l’invio del 2015. Ma la cosa sconcertante è che ho inviato una mail al sistemats per chiedere aiuto (visto che è l’unico modo per ricevere assistenza) e mi sono vista ritornare una mail in cui mi si dice che mi daranno una risposta al più presto. Con oggi sono 5 giorni che aspetto, e fra un pò arriveremo alla data di scadenza della proroga. Cosa mi consigli ? Grazie.

    Mi piace

  13. Ciao,
    rieccomi qua..
    Situazione di un medico oculista che emette la ricevuta per una visita ad un minore. L’invio viene eseguito lo stesso ovviamente, ma poi all’agenzia delle entrate cosa fanno? un modello 730 precompilato ad un minore ? Oppure risalendo dal codice fiscale che è un minore la scartano ?

    Grazie

    Mi piace

      1. uhm no le slide non hanno chiarito molto. più che altro spiega che si può fatturare sia al minore che al genitore, Il mio quesito più che altro era del tipo…che succede se si invia un ricevuta medica intestata a minore ? Il sistema riconosce che è un minore dal codice fiscale e quindi la scarta ?

        Mi piace

  14. Si può annullare un invio di fattura?
    Quanto tempo passa tra il ricevimento della fattura (con numero di protocollo) e la possibilità di visualizzare la fattura sul sistema TS e quindi, credo, di annullarla?

    Mi piace

    1. Sì, si può cancella una fattura inviata. Devi andare sul sito http://www.sistemats.it, effettuare l’accesso con le tue credenziali e andare su ” gestione dati spesa 730 “; a quel punto vai su ” gestione spesa sanitaria” e ricerchi la fattura che ti interessa. Biffi la casella di controllo sulla sinistra e clicchi su “cancella” o “modifica”, a seconda dell’operazione che ti interessa eseguire. Alla seconda domanda non so rispondere. Bisognerebbe sentire il numero verde 800 030 070.

      Mi piace

      1. Salve avrei una domanda:può un libero cittadino controllare quali spese mediche sono state inserite?e i n quale modo?oppure si deve attendere il 15 aprile 2016?? grazie

        Mi piace

      1. Grazie per la delucidazione e la celerità nel rispondere. Molti pazienti nel sentire le parole “registrazione” “agenzia delle entrate”, a mio avviso, si spaventano e si oppongono alla registrazione perché preferisco affidare il tutto al loro commercialista. Invece che percepire un vantaggio per loro. Grazie e buona giornata

        Mi piace

  15. Ciao Francesco,

    Mi accingo ora ad inserire le spese di fatture di ambito medico all’interno del sistema TS.
    Non mi è chiaro come inserire la voce della marca da bollo di 2€. Devo inserirla a parte, o all’interno dell’importo SR della spesa medica affrontata dal paziente!?
    Faccio l’esempio:
    Prestazione medica 100€
    Marca da Bollo 2€
    Inserirò quindi:
    SR 100€ e SR 2€
    Oppure
    SR 102€!?

    Grazie

    Mi piace

  16. innanzitutto grazie di esistere, siete chiarissimi ed indispensabili.
    secondo: credo di aver fatto un pasticcio e spero si possa rimediare. l’anno scorso ho delegato il commercialista all’inserimento delle spese. quest’anno lo ho voluto fare io. ma fino ad ora ho inserito le certificazioni (tutte fatte in ambito di sostituzioni di mmg) e le visite mediche private come generalista, nel tipo di prestazione AA anziche come consigliato SR. che faccio? riregistro tutto come SR? cancello quelle già inserite?

    Mi piace

    1. Ciao Giulia, grazie per i complimenti.
      Se scorri qualche commento più in su dovresti trovare la procedura per annullare o modificare una fattura già inviata.
      Ti consiglio di inserire la tipologia corretta.
      Per avere informazioni più precise però dovresti provare a contattare il numero verde 800 030 070.
      Facci sapere come hai risolto.
      a presto

      Mi piace

  17. Buongiorno,
    una domanda.
    Nel caso di invio da parte di un intermediario di tutte le ricevute e nel caso in cui il sistema nella ricevuta segnala l’errore “IL CF CITTADINO NON PRESENTE IN ARCHIVIO” che succede se non viene modificato il codice fiscale ??

    Grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...